Home » , » Questionario Nazionale sulla visione dei rapporti fra genitori e Servizi Sociali (raccolta fino al 20 Nov. 2012)

Questionario Nazionale sulla visione dei rapporti fra genitori e Servizi Sociali (raccolta fino al 20 Nov. 2012)

Written By giorgio gallino on martedì 17 aprile 2012 | 01:22


Ha preso il via un progetto di indagine popolare, una verifica sulla visione dei rapporti fra genitori e Servizi Sociali "MINORI E FAMIGLIA". E’ questo un progetto di ricerca promosso dall’Associazione Genitori Sottratti che si avvale della collaborazione e della supervisione scientifica dello staff di ricerca del Prof. Gian Piero Turchi dell’ Università di Padova.
Crediamo sia doveroso massimizzarne la diffusione, proprio per raccogliere la "media" delle testimonianze, e non solo i "picchi". Questa operazione trova spazio nella reale percezione dell'utenza e da parte nostra vive in un ottica di massima trasparenza, perche riveste un’importanza politica dal punto di vista socio assistenziale, evidenzierà quali potrebbero essere le indicazioni da seguire per la costruzione di servizi sempre di più attenti ai bisogni delle famiglie. Un progetto questo, frutto di mesi di lavoro che prende corpo nelle vesti di un questionario rivolto a famiglie e genitori.

Questionario aperto: spostato il termine ultimo per la consegna dei questionari compilati a data da definire.

Il progetto s’inserisce nel contesto più ampio del neonato Coordinamento Interassociativo Colibrì, che promuove libere iniziative per la Bigenitorialità e le ragioni dell’Infanzia, e raccoglie le realtà associative più evolute ed organizzate del nostro paese.


Perchè un questionario?
Uno strumento diretto come questo, consente di testare in maniera scientifica la percezione del servizio da parte dei cittadini italiani che hanno avuto a che fare con i Servizi Sociali, dal 2007 ad oggi.
Allo stesso tempo, una volta estrapolati i dati, si otterrà una visione chiara che offrirà sia ai Servizi Sociali che a tutti quegli operatori del sociale che del rapporto con le famiglie e l’infanzia ne fanno la loro principale attività, un attendibile ritratto delle dinamiche, talvolta complesse, prodotte dal loro lavoro di relazione con l’utenza.
Un indagine che prende spazio dal basso e nasce per necessità ponendosi come testimonianza del livello di gradimento e la qualità percepita sull’apporto professionale dei Servizi Sociali "minori e famiglia". Un questionario, dunque, che grazie alla cortese collaborazione di tantissimi professionisti e di utenti, si propone di essere uno strumento rivolto alla conoscenza ed esplorazione di una relazione troppo spesso imperscrutabile esistente oggi fra i cittadini e parte delle istituzioni. Ma soprattutto un questionario che si propone di divenire elemento di analisi e riflessione per una doverosa e indispensabile ottimizzazione dei rapporti fra le parti.

Uno sguardo discreto, ma anche una indagine mai svolta prima nel nostro paese.

E’ questo il primo questionario del genere, che tutela l’anonimato di tutti coloro che lo compileranno, secondo le regole della privacy, un questionario, primo nel suo genere, che non è il solo a prendere il via in questi mesi.

E’ infatti un compito preciso delle associazioni funzionare da cartina al tornasole per le istituzioni e per il mondo politico, quello di essere una utile (se non indispensabile) interfaccia atta a percepire gli umori della società, ed in questo specifico caso, il valore del lavoro dei Servizi Sociali (Minori e Famiglia), e di quegli operatori direttamente connessi, preposti ad assistere ai nuclei famiglie e ai genitori in difficoltà. E’ anche un nostro preciso dovere (associativo e interassociativo), essere garanti “super partes”, intervistare gli utenti per offrire un ritratto il più chiaro possibile e cogliere la reale temperatura prodotta dalle conseguenti dinamiche.

Il questionario viene diffuso in due versioni:
la prima interattiva da compilare a video, per coloro che hanno familiarità con l’uso del computer, consente di scaricarsi il questionario in pdf dal link ROSSO, compilabile direttamente a monitor e va rigorosamente SALVATO, alla fine della compilazione prima di rispedirlo via e mail. Basta avere Acrobat Reader, scaricabile gratuitamente dal web: http://get.adobe.com/it/reader/otherversions/

La seconda da compilare a mano
, più tradizionale, offre a tutti la possibilità di scaricare dal link BLU, il file pdf, per stamparselo con la propria stampante, compilarlo su carta e spedirlo in busta affrancata con la tradizionale posta.

Tutte le indicazioni utili alla compilazione sono riportate all'interno di entrambe le versioni del documento.

Lo staff del Prof. Gian Piero Turchi, si propone poi di censire tutti i questionari ed iniziare l’elaborazione e estrapolazione dei dati nel totale rispetto dell'anonimato di chi compilerà il questionario.

Sarà nostro compito rendere pubblici appena pronti i risultati. Cogliamo l’occasione per ringraziare tutti coloro che hanno dato il loro apporto e qualificata condivisione nel produrre questo strumento di ricerca; dagli staff legali a quelli scientifici, al grande appoggio di tante associazioni che si impegneranno a diffondere il documento fra gli associati nell’ esclusivo della collettività.
Vorremmo incentivare l'uso della versione INTERATTIVA, per la praticità della raccolta informatica dei dati, ed invitiamo tutti coloro che sono in grado di farlo, di seguire questa indicazione.
Per chi si avvalesse della versione su carta, una volta compilata, è anche possibile, avendo i mezzi, farne una scansione, per ricavarne un pdf spedibile via e-mail. Per la compilazione del questionario, nel caso vi siano necessità di chiarimenti, c’è la possibilità di contattare un call center per informazioni sulla corretta interpretazione. Per semplificare al massimo la comprensione di alcuni termini tecnici è previsto anche un breve glossario. In fondo al documento, poi, tutti i credits, relativi agli autori e alle Associazioni che si impegneranno nella diffusione di questo importante documento ma il nostro particolare ringraziamento si estende a TUTTI COLORO CHE SI ADOPERERANNO ALLA DIFFUSIONE DEL QUESTIONARIO E CONTRIBUIRANNO ATTIVAMENTE AL SUCCESSO DI QUESTA RICERCA.

Roberto Castelli e Gabriele Bartolucci - Ass. Genitori Sottratti- 339 3010889
Condividi l'articolo :

Posta un commento