Sentenze

Leggi tutto su questo argomento »

Stampa e News

Leggi tutto su questo argomento »

Ultimi Articoli

Colibrì interlocutore per l'associazionismo e le istituzioni

Written By Redazione on martedì 12 maggio 2020 | 03:06


Rappresentare come nel nostro caso tante associazioni di genitori separati, diverse per storia, vissuti e luoghi di appartenenza, significa rispettare ogni inclinazione politica, posizionando il tema della Bigenitorialità in una visione condivisa, trasversale, non politicizzata e nel rispetto di tutti.

Ciò che ci accomuna invece è la nostra disponibilità di associazioni composte da uomini e donne, nell’essere pronti ad occuparci dei nostri figli in un ottica di opportunità reciproca, di crescita, di realizzazione delle rispettive vite genitoriali e private.

L’emancipazione delle donne e madri passa anche attraverso la disponibilità di quel TEMPO utile da dedicare al lavoro, alla carriera, ai vari progetti, ed in questo i padri sono collaborativi dedicando compatibilmente il loro tempo e lo stesso possiamo dire a parti inverse. Il dialogo responsabile fra le parti è un obiettivo che perseguiamo da sempre.

Intravvediamo un grande valore di rispetto reciproco ma prima di tutto nei confronti dei diritti dell’Infanzia, per i quali ci rendiamo disponibili alla crescita dei nostri figli che rappresentano la vera parte debole della famiglia che si scompone e si riorganizza in altro modo.

Perseguendo i nostri obiettivi ed istanze e ci rivolgiamo indifferentemente a tutti i partiti dell' arco costituzionale, consapevoli di essere interlocutori specializzati e che rappresentiamo contemporaneamente anche una grande fetta di società ma anche di elettorato.

Se è vero che la politica ha il compito di cogliere gli interessi della società e degli elettori, è altrettanto vero che, laddove COLIBRI’ trova spazi di attenzione alle proprie tematiche e disponibilità al dialogo, diviene un ottima interfaccia per chiunque.
La nostra mission è quella di valorizzare la Bigenitorialità, fare rete con gli associati e confrontarsi sui temi separativi e sull'affido dei minori. Chiunque intercetti le nostre istanze, non solo comprenderà le ragioni del "mondo separativo in relazione all'infanzia" ma potrà rappresentare poi a sua volta una Società responsabile, di dimensioni considerevoli.

In COLIBRI' individuiamo di volta in volta gli interlocutori istituzionali ai quali evidenziare le nostre necessità e indicazioni. Organizziamo convegni ed eventi sul territorio nazionale da un decennio, grazie al nostro apporto sono nati vari disegni di legge rivolti alla migliore politica, quella più attenta alla Società di oggi e di domani.

Da parte delle Associazioni, appartenere al Coordinamento Colibrì significa avere chiaro il senso dell'associazionismo organizzato. Significa appartenere ad un Coordinamento che come interlocutore unico rappresenta tutte le associazioni afferenti nel tutelare i diritti di tutti i bambini e dei nostri figli. Da parte di Colibrì significa, dialogare, comprendere, accogliere, aiutare a crescere le associazioni.

Le realtà associative afferenti a Colibrì, devono essere iscritte agli albi regionali, in linea con le regole imposte all' associazionismo e vivere una vita associativa organizzata e regolarizzata. Conoscere il valore di operare in rete ed in sintonia per un tema che coinvolge uomini e donne, bambini, nonni e molto spesso un entourage familiare ben più ampio, composto da fratelli e sorelle che testimoni del fenomeno separativo, osservano la politica in attesa di risposte.

Ringraziamo tutti coloro che offrono le proprie eccellenze  per rendere la nostra mission sempre più efficace e di qualità.

https://www.colibri-italia.it/p/associazioni-italiane.html

https://www.colibri-italia.it/p/partners-europei.html





Figli al tempo del Covid 19, #NOICISIAMO

Written By Redazione on martedì 28 aprile 2020 | 08:44

28 Aprile 2020

Esiste un senso di responsabilità che supera lo screzio e, in alcune separazioni, trova un suo spazio.
L’ “Assunzione di responsabilità genitoriale”. Essere cioè, mentalmente e fisicamente, accanto ai figli orientando l’esercizio della propria genitorialità, a prescindere dalle condizioni dettate nei provvedimenti di separazione o divorzio. Una genitorialità non livellata “a ribasso” e schiacciata sulla regolamentazione dei tempi di permanenza e sui diritti di visita.
Mettere al centro della propria giornata di genitore le esigenze dei figli, provare ad evitare quella ricreazione perenne in cui inevitabilmente o si adagiano, chiusi nelle loro camere, sdraiati sul letto con lo smartphone tra le mani, o in cui, specialmente i più grandi, si sentono costretti: il naso puntato verso il tablet, a cercare una serie che valga la pena guardare, quando non si può andare a dormire prima delle tre… domani non c’è scuola.
Il riconoscimento di questo obbligo morale nei confronti dei figli diviene condizione necessaria per sviluppare una consapevolezza che permetta ai nostri bambini e ragazzi di crescere nel pieno dei loro diritti, nella maggiore serenità possibile (Convenzione internazionale sui diritti dell'infanzia, NewYork 1989).
Ci conforta a tal proposito la dichiarazione del Garante dell’Infanzia, contenuta nella nota al Presidente del Consiglio dei Ministri del 24.03.2020, che arriva in pieno clima di Covid-19. Un invito alla responsabilità genitoriale.
Questi ha affermato inoltre, in risposta alla rubrica “I figli di genitori separati o divorziati” che “è importante che entrambi i genitori supportino i figli e collaborino tra di loro per trovare soluzioni rispondenti al loro superiore interesse. I bambini e i ragazzi hanno bisogno di sapere di essere nei pensieri dei loro genitori, di poter fare affidamento su di loro e di mantenere rapporti con entrambi. Pur riconoscendo che “ogni situazione ha le sue peculiarità, ogni separazione ha le sue regole” ricorda che “questo è il momento di far ricorso al buon senso e riscoprire quel profondo sentimento di protezione nei confronti dei figli. I bambini e i ragazzi hanno il diritto di essere ascoltati, i genitori hanno la responsabilità di intercettare i loro bisogni. È fondamentale che i figli mantengano i rapporti con entrambi, seppure a distanza. Quando questo periodo sarà finito tutti, ma i bambini e i ragazzi in particolare, avranno bisogno di elaborare ciò che è accaduto”.

Entrambi i genitori affidatari dunque, senza alcuna esclusione e pariteticamente. Un futuro fatto di genitorialità consapevole è l’auspicio di tutte le associazioni di genitori separati che riconoscono il personale fallimento “coniugale”, ma al contempo, disconoscono con fermezza ogni forza volta a sminuire i valori genitoriali.
Possiamo interpretare i nostri doveri alla luce di una rinnovata responsabilità genitoriale, più consapevole affinché questa possa diventare il cardine e il sostegno della società del futuro, appianando le disarmonie fra i generi e migliorando così la qualità della vita dei figli innanzitutto e anche dei genitori.
Esserci, da genitori, significa cura e visione della vita quotidiana dei figli. Esserci, per i genitori, significa consentire a entrambi di avere intanto, e poter gestire, quindi, una vita lavorativa nel rispetto reciproco, il cui humus deve prendere le mosse da un riformato diritto di famiglia. 
#NOICISIAMO - I Papà e le Mamme consapevoli esistono.

Al Ministero dell'Economia e Finanze

Written By Redazione on mercoledì 18 marzo 2020 | 12:53

In seguito all'inasprimento delle condizioni restrittive legate all'emergenza Corona virus, avvertiamo un problema di carattere economico in seguito a molteplici segnalazioni ricevute e riteniamo utile inviare una comunicazione al Ministero dell’Economia e delle Finanze. Una comunicazione affinchè sia noto il carattere emergenziale legato anche allo stato delle famiglie meno abbienti famiglie.
Colibrì è consapevole che la procedura necessaria affinchè lo Stato possa agire misure utili e immediate, non dipende solamente dalla nostra segnalazione, ma è nostro dovere assolvere al compito di interfaccia fra società e istituzioni in ambiti legati all'infanzia e alle famiglie e segnalare le necessità.
Chiediamo

Interventi normativi urgenti volti alla sospensione delle segnalazioni alla Centrale Rischi per coloro che, con figli a carico, risultano segnalati per debiti non superiori ad € 20.000,00, al fine di agevolare l’accesso al credito, anche con una tolleranza di sconfinamento del conto corrente sino all’importo di € 5.000,00, così da consentire un piano di rientro sostenibile del debito per le famiglie beneficiarie a decorrere da dicembre 2020.


Monitoraggio strutture di ricovero minori in costanza di virus

Written By Redazione on giovedì 12 marzo 2020 | 09:48

Perugia 12 marzo 2020

Ill.mo
Ministro della Giustizia
Segreteria del Ministro
Alla c.a. della Dott.sa Valentina Caravaggi

OGGETTO: Istanza urgente di monitoraggio sanitario delle strutture di ricovero dei minori e d’informazione dei familiari in costanza di COVID-19.

La presente per conto del Coordinamento Interassociativo Libere Iniziative per la Bigenitorialità e le Ragioni dell’Infanzia “Colibrì” (C.F.: 92099780097), in persona della Responsabile Area Minori e Case  Famiglia – Centro Italia, Signora Loredana Greco (C.F.: GRCLDN70R49H501I) nata a Roma il 09.10.1970, residente in via Vetulonia n. 56 00183 Roma, per rappresentare quanto appresso.
In queste ore “Colibri” sta ricevendo plurime sollecitazioni di aiuto da parte dei genitori di minori ricoverati in strutture anche sanitarie o in affidamento extrafamiliari di cui non riescono ad avere notizie, in merito al Loro stato di salute, in costanza di emergenza epidemiologica da COVID -19.
Per quanto sopra,
CHIEDE
di predisporre con urgenza una rete di collaborazione e comunicazione con tutte le figure di riferimento, Tribunali per i Minorenni, Tutori, Curatori, Servizi Sociali ecc., affinché le famiglie possano essere prontamente informate sullo stato di salute dei propri figli, nonché di disporre controlli sull’applicazione delle misure di prevenzione e sicurezza nelle varie strutture di ricovero di minori, anche diversamente abili.
Ringraziando anticipatamente della Vostra certa collaborazione, restiamo a disposizione.
Con osservanza,

Coordinamento Interessociativo Libere Iniziative per la Bigenitorialità e le Ragioni dell’Infanzia “Colibrì”
Responsabile: Loredana Greco Colibrì Italia
 Legale: Avv. Valeria Passeri

Matrix - Alienazione Genitoriale